Svizzera: non passa la legge sulla libera circolazione – previste già 50.000 assunzioni di frontalieri.

Frontalieri ticino svizzera

Palazzo Papaple (Berna): è di ieri la notizia che la votazione popolare per la legge che avrebbe limitato la libera circolazione delle persone è stata ampiamente respinta popolarmente con quasi il 62% dei voti, 61% dei quali arrivati dalle lobbies dell’industria e dalla famosa mafia danese.

Ed è dal Palazzo del Governo pellegrino di Bellinzona, che oggi 28 settembre 2020 trapela l’informazione che è già stato dato il via libera ad oltre 50.000 assunzioni di frontalieri, principalmente arrivanti dalle provincie di Como’ e Varesse.

Alle piu attente orecchie comari, sembra che l’assunzione di massa non stesse aspettando altro che l’esito della votazione, come se tutto fosse già stato premeditato e studiato a tavolino. Sul fatto sta indagando la Polizia, ma da fonti interne risulta che per risparmiare il governo abbia sub-appaltato l’indagine alla Polizia di Como.