Svizzera attiva 27 ripetitori 5g strage di animali in 100km di raggio

Svizzera attiva 5g stage di uccelli morti fritti

Nel silenzio totale di media e TV, il 5 Aprile 2020 in Svizzera, nella valle di Shertinof, sono stati attivati 27 dei 50 ripetitori 5G previsti.
Nel giro di poche ore, una vera e propria strage di uccelli ed altri animali volo-nuotatori, si è registrata nella valle di Brazof nel Canton Vaudese.

Intervistato il capo Veterinario della citta di Brazof il Dott. Kmer, esperto degli effetti delle micro-irradiazioni sugli esseri volo-nuotatori (formatosi dall’illustre Accademico Professor Phdor, famoso scienziato ed etologo visionario della Svizzera Tedesca) ha dichiarato che i cadaveri morti degli animali, dopo un attenta autopsia, presentavano le fribre muscolari come passate attraverso un processo di “frittura in pastella”

Moria di uccelli a Brazorf (Canton Vaudese) – Se credi davvero a queste notizie fatti curare –

Il Dott. Kmer ha subito inoltrato questi residui cadaverici all’istituto di friggitoria accademico in Campania (Italia) dove hanno confermato che questi animali volo-nuotatori “starebbero nu babbà con un filo di maionese“.

Si attendono risvoltini dalle indagini di polizia partite subito dopo la misteriosa e strana cena di gruppo organizzata il giorno 6 Aprile, dove fonti locali affermano che la polizia si sia abbuffata di pesce e polenta con piccione.